Realizzare tazze retrattili da sterilizzare dopo ogni uso non era pratico, quindi ideò questo strumento che evitava il contatto diretto con il water e che le valse il premio James Dyson per il design nel 1999. “Il premio comprendeva uno stage di sei mesi con lo stesso Dyson” racconta Fountain. “Mi permise di entrare in contatto con produttori di materie plastiche e di rafforzare la mia determinazione a portare Shewee sul mercato. Cosa che feci nel 2003, fondando ufficialmente l’azienda, anche grazie ai consigli di Keith Jessop, amico di famiglia e mio mentore. Per finanziarmi, vendetti il 49% delle azioni, totalizzando 120mila sterline da investire nella produzione. In fase di pianificazione, continuavo a lavorare in un’azienda di consulenza, impiego che abbandonai nel 2005 quando parti la commercializzazione di Shewee. Inizialmente i miei clienti furono cliniche e ospedali, poi farmacie, supermercati, negozi di articoli sanitari, da campeggio… Nel 2006 vinsi un altro premio come inventrice e innovatrice, fatto che aumentò ulteriormente la popolarità di Shewee”. Oggi il prodotto (che costa da 6 a 10 euro) è distribuito nel Regno Unito, Usa, Canada, Australia, Nuova Zelanda e Sudafrica. E ben presto arriverà anche in altri Paesi. Info: www.shewee.com

Advertisements